ADOCHIAMADO

2015

ADO chi AMA ADO


PERCORSI DI PREVENZIONI AL FALLIMENTO ADOTTIVO PER GENITORI E FIGLI

EOS Cooperativa soc. Onlus e AFN Onlus Ente autorizzato all'adozione internazionale intendono lavorare in sinergia per portare avanti le azioni intraprese in precedenti progetti nell'accompagnamento delle famiglie adottive, in particolare a sostegno delle famiglie, con figli pre adolescenti e adolescenti o con minori provenienti dall'adozione nazionale e internazionale che hanno fatto il loro ingresso nella famiglia adottiva da oltre cinque anni.

Famiglie per cui – in epoca di ulteriore contrazione delle risorse delle istituzioni pubbliche – i percorsi offerti di accompagnamento della genitorialità e di presa in carico dei figli, sono molto limitati, se non assenti e gli interventi sono per la maggior parte dei casi limitati alle situazioni che investono la tutela del Tribunale per i Minorenni.

Le coppie e i figli adottivi attraversano comunemente, in questa fase del ciclo di vita della famiglia, un precipuo e inevitabile periodo di crisi, di conflitto, di sofferenza che se non adeguatamente accolto e sostenuto può portare al disgregamento del nucleo familiare e al fallimento del progetto adottivo con le gravi e conseguenti ricadute sociali.

Il progetto - attraverso strumenti non abitualmente utilizzati ma già positivamente sperimentati come la mediazione familiare che hanno come finalità la comunicazione efficace, o altri assolutamente innovativi, quali i gruppi di messa in parola per i figli (condotti da mediatori eoperatori esperti) - prevede il dar voce alle emozioni, ai pensieri e alle paure che se non elaborate accentuerebbero la conflittualità familiare.

La partecipazione reciproca di quanto elaborato nel percorso tra genitori e figli, apre a spazi di dialogo e comprensione.

Si vuole attraverso il canale della creatività interpretata in diversi modi, aprire al dialogo, alla comunicazione e alla diffusione di una cultura dell'accoglienza sia intra che extra familiare. L'ascolto, infine, e la condivisione con gli operatori, di spazi e di momenti sia dentro che fuori la famiglia possono aiutare anche i membri più fragili e in difficoltà a riattivare energie e risorse per recuperare una dimensione relazionale positiva.

Nel progetto sono previste diverse fasi: Gruppo di messa in parola per figli adottivi (parallelamente accoglienza genitori gruppo di sostegno), 
Cineforum 
Incontro con adulti e laboratori per bambini
, 
Sportello mediazione familiare e psicoterapia,
Interventi domiciliari presso le famiglie adottive

Allegati

CINEFORUM (PDF, 100.59 kB)